Le Origini

C’è un grande viaggio dietro ciò che facciamo.

La nostra è la storia di una famiglia che ha creduto fortemente nel rispetto della terra ed elevato l’idea di valorizzazione e vocazione della stessa.
Abbiamo iniziato a produrre vino nel 1858, dopo aver trasferito le nostre origini dalla storica Siena (Toscana), all’operosa Emilia Romagna, che ci ha accolto a Toscanella di Dozza (Bologna).
É esattamente qui che le radici hanno ripreso vigore, e dove noi Branchini “della Galavolta” risiediamo da allora, trasmettendo di generazione in generazione la solidità di una visione.
In questa posizione favorita da molteplici aspetti geologici e climatici, con la sicurezza di antichi e sapienti gesti, portiamo avanti una tradizione secolare affiancandola a moderne tecniche di sperimentazione.

Branchini 1858

Il territorio e lo stemma

Viviamo di questi luoghi.

Che hanno tracciato un sottile, ma incisivo profilo della nostra visione e del nostro linguaggio. Comunichiamo attraverso la struttura di questa terra e con orgoglio innato la associamo da sempre ad un’immagine visiva.
Così nasce il Logo Branchini 1858. Attraverso il naturale incontro dei tre torrenti che lambiscono la nostra azienda: il Sillaro, il Sellustra e il Sabbioso, scaturisce un segno grafico pulito ed essenziale a racchiudere emblematicamente il ruolo che questi corsi d’acqua esercitano sulla geologia del nostro territorio.
La particolare combinazione di sabbia, argilla e limo presente nei fondali, conferisce infatti ai nostri vini peculiarità e carattere speciali.
Grati per essere custodi di questo legame antico e reciproco, ne portiamo avanti il significato attraverso il nostro sigillo contemporaneo.

I vigneti

Un impegno costante e coerente.

È garantito dalla produzione delle uve ai processi di vinificazione, che si svolgono interamente nei poderi e all’interno delle cantine Branchini 1858.
L’obiettivo principale di questa scelta è garantire mantenimento dell’equilibrio fisiologico della vite, evitando ogni tipo di forzatura nei processi biologici.
A determinare il conseguimento di tale risultato è proprio la profonda conoscenza del territorio e la dedizione che viene riservata ad ogni singola fase produttiva.
Il controllo e l’applicazione di moderne tecnologie, ci permettono di ottenere processi di vinificazione nel pieno rispetto dei frutti; puntando ad evidenziare le qualità e le molteplici sfumature già naturalmente presenti nei vini.